Crea sito

ROMA, A QUANDO SMART CITY?

Comment

LE CITTA' INTELLIGENTI

E’ ormai risaputo che, le grandi e le più importanti città, si sono ormai attivate per mutare la loro identità in termini di smart city.
untitledNell’ultimo periodo sentiamo spesso, forse anche troppo, la parola “smart” affiancata al termine città.
Ebbene, ma una città come Roma, capitale d’Italia, ha iniziato ad attivarsi per migliorare le proprie condizioni e farsi portatrice di un esempio eccellente di smart city? Possiamo affermare con certezza che i buoni propositi per la città eterna affinché diventi smart ci sono, ma con fatica e lentezza vengono applicati. Ciò che possiamo notare e dichiarare senza alcun preambolo, è che le macchine utilizzate per i servizi di car sharing (car2go, enjoy) viaggiano nella capitale in numerose quantità, elemento e atteggiamento senz’altro positivo da parte dei cittadini, i quali vogliono una città come Roma pratica, veloce e a portata di uomo.
Nell’ultimo periodo anche l’amministrazione comunale sta elaborando varie soluzioni per Roma smart city. Difatti, il sindaco Ignazio Marino ha lanciato e diffuso il suo piano dal titolo “Roma è tutta Roma”, proprio per divulgare le sue idee e suoi progetti che si vorrebbero estendere dal centro della capitale fino ad arrivare alle periferie romane.

images

I progetti che risultano emergere dal piano “Roma è tutta Roma” sono molteplici.

Il primo cittadino innanzitutto, vorrebbe che le più importanti piazze della capitale siano piazze di “qualità”. Come? Con le fontane-tecno Acea con acqua sia liscia che gassata, con uno schermo lcd con news e porte usb per ricaricare smartphone e tablet, e wifi gratis. Anche l’illuminazione sarà cambiata.

Il sindaco ha promesso che dovrebbero arrivare circa 2000 lampade led in ogni municipio decentrato, cosicché ci sarà più sicurezza per i cittadini, ma anche risparmio.

“Roma è tutta Roma” è un piano che si dedicherà anche alla manutenzione delle zone verdi e a destinare determinate periferie a misura di bambini con centri sportivi e centri estivi. L’amministrazione si sta muovendo in questa maniera, ma non è rimasta indifferente alle opinioni e idee dei cittadini romani. Infatti su twitter è stato lanciato l’hastag #ideefuoricentro, il quale può essere utilizzato da tutti per raccogliere altri spunti, idee, progetti e soluzioni.

Possiamo affermare che questa è una buona occasione per cittadini romani, comitati e associazioni per farsi “sentire” e per contribuire a rendere una delle città più belle del mondo ad essere identificata smart city.

Fonte:  http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?contentId=NEW822290&jp_pagecode=newsview.wp&ahew=contentId:jp_pagecode

Luisa Ferrara   Twitter_logo_blue

Please follow and like us:
0
Translate »